Willi Stürz

La nostra tensione verso le innovazioni è moderata dal
desiderio di mantenere intatta la carica aromatica delle bacche.

"La struttura della viticoltura è fatta di produttori che spendono tempo e passione tra questi filari, che in molti casi sono stati piantati dai loro avi. Anche se la nostra azienda è estesa, la struttura a rete diffusa ci consente di raggiungere velocemente ogni filare: è un aspetto importante, perché la vendemmia viene eseguita rigorosamente a mano. In cantina accompagniamo le uve nel percorso dalla terra alla tavola senza mai forzarle, anzi preservandone a ogni passaggio la carica aromatica sviluppata durante la maturazione. Con questo obiettivo sono stati fatti importanti investimenti: dal 2001, ad esempio, il nuovo centro di torchiatura sfrutta la forza di gravità e consente di lavorare le uve con massima cura e rispetto della materia. Non c’è spazio per l’improvvisazione: sia in vigna che in cantina la precisione è massima affinché ogni bottiglia possa esprimere aromi ben definiti per tipologia e varietà di uve."